Un’indagine della Commissione di monitoraggio sulla discarica di Motta Sant’Anastasia conferma il disagio dei cittadini per le emissioni “odorigene”

Pubblicato il 3 febbraio 2017 · In Articoli, Comunicati stampa, In evidenza

Nel territorio di Motta Sant’Anastasia la presenza di metano ha valori fuori dalla soglia prevista, come ha attestato ufficialmente, qualche mese fa, l’Arpa catanese.

Una recente indagine conoscitiva, realizzata grazie alla disponibilità e alla partecipazione di più di 500 cittadini mottesi, promossa in via sperimentale dalla Commissione speciale di studio e monitoraggio sulla discarica della Oikos in contrada Tiritì, ha poi messo in evidenza il forte disagio causato ai cittadini dalle emissioni “odorigene”, soprattutto nelle aree più vicine all’insediamento industriale.  

Anche alla luce dei risultati emersi dai dati dei questionari dell’indagine, che vuole essere da supporto verso l’amministrazione di Motta e verso gli Enti competenti, la consigliera comunale del M5S Daniela Greco, in qualità di Presidente della Commissione sulla discarica, propone ora iniziative concrete per tutelare il territorio dalle emissioni odorigene e dal loro impatto sul territorio.

E’ indispensabile programmare il monitoraggio sugli odori molesti (in base alla norma UNI EN 13725/2004), con un campionamento a cadenza come minimo semestrale, sia alla sorgente della discarica che ai suoi confini, secondo la direzione prevalente dei venti.

Un “panel sel” (set di volontari) di cittadini mottesi e, possibilmente, anche del limitrofo comune di Misterbianco (anch’esso direttamente interessato al problema delle emissioni) potrà collaborare con il gruppo di studio, al fine di rendere efficiente il prelevamento dei campioni dell’aria.

In parallelo, tenendo conto dei disagi lamentati dai cittadini e degli studi sulla correlazione tra vicinanza ad una discarica e incidenza di malattie respiratorie e patologie tumorali, si lavorerà ad un protocollo di monitoraggio epidemiologico degli effetti a breve e lungo termine sulla salute della popolazione residente nelle aree adiacenti all’impianto della Oikos, valutando anche la possibilità di costituire un unico gruppo di lavoro con altri Enti pubblici competenti.

Daniela Greco, insieme al consigliere Roccasalva e al professore Cuspilici, medico igienista ex dirigente Ars e attualmente consulente esterno della Commissione, ha recentemente incontrato Francesco Squadrito, docente di Farmacologia a Messina, per valutare – in linea con la volontà della Commissione – se i suoi studi sull’inquinamento ambientale e la salute dei cittadini, condotti sul territorio di Milazzo, sono estendibili al comune di Motta.