M5S: presentata interrogazione sull’importazione del polverino dell’Ilva in Sicilia. Esposto in procura per chiedere di intervenire immediatamente

Pubblicato il 20 dicembre 2016 · In Articoli, Comunicati stampa, In evidenza

Presentata interrogazione a firma dei senatori del M5S per chiedere al ministro dell’Ambiente se le operazioni di carico e trasporto del materiale polveroso che arriva al porto di Catania dagli stabilimenti dell’Ilva di Taranto con destinazione Augusta, Priolo e Melilli, possano essere definite sicure.

“In quest’ultimo periodo sono arrivati camion con carichi di materiale polveroso coperti soltanto con dei teloni, modalità del tutto inadeguata a garantire la non dispersione nell’ambiente, durante le operazioni di trasporto, della sostanza polverosa che si presume, si fa per dire, tutt’altro che benefica”. A sostenerlo è il M5S. “Inoltre, la modalità di carico e di trasporto di tale rifiuto polveroso non rispecchia le regole poste a tutela della salute pubblica, perché la polvere che si trova all’esterno dei convogli, così come quella coperta solo da un telone, può benissimo disperdersi nell’ambiente circostante durante il tragitto fino al luogo di destinazione. Il ministro fa finta di non capire; avrebbe sostenuto alla stampa che chiederà alla gestione commissariale dell’Ilva di accelerare quanto più possibile la conclusione delle procedure. Cosa si intende per conclusione delle procedure? Che dovranno fare in fretta potenziando il trasporto di altre tonnellate di polverino?”

Il membro della commissione antimafia Mario Giarrusso sporgerà un atto di esposto/denuncia alla Procura della Repubblica di Catania ribadendo che  la modalità di trasporto del materiale polveroso avviene in totale spregio delle regole poste a tutela della incolumità pubblica e per chiedere di intervenire immediatamente al fine di tutelare la salute dei cittadini e la salubrità dell’ambiente, messi in potenziale pericolo dalle azioni sopra denunciate.