Il Comune di Catania applichi la norma sugli affitti d’oro

Pubblicato il 8 luglio 2014 · In Articoli, Comunicati stampa, In evidenza

Il Movimento 5 Stelle di Catania ha presentato un’istanza al sindaco Enzo Bianco, all’assessore al Bilancio Giuseppe Girlando e al Consiglio comunale, chiedendo l’applicazione della recente norma sugli “affitti d’oro” (superiori ai 100.000 euro annui), per ridurre i costi dei fitti passivi a carico del Comune. Il M5s ha anche richiesto la rivalutazione e il recupero di tutti gli immobili abbandonati di proprietà dell’amministrazione, al fine di risparmiare più risorse economiche possibili, il cui peso, altrimenti, continuerebbe a gravare sulle casse comunali e, quindi, sull’intera cittadinanza.

 

La norma in oggetto è quella che disciplina la facoltà di recesso delle Pubbliche Amministrazioni dai contratti di locazione, disponendo che “anche ai fini della realizzazione degli obiettivi di contenimento della spesa, le amministrazioni possono comunicare, entro il 31 luglio 2014, il preavviso di recesso dai contratti di locazione di immobili in corso alla data di entrata in vigore della legge”.

 

Il provvedimento risulta urgente e necessario se si considera che, allo stato, il Comune di Catania  esborsa la cifra di oltre sei milioni di euro annui per fitti passivi. La razionalizzazione della spesa sarebbe agevolata e, nel tempo, arriverebbe ad essere pianificata proprio utilizzando tutti i beni immobili di pubblica proprietà, dopo opportune e progressive riqualificazioni dell’intero patrimonio immobiliare comunale.

 

Il Movimento ha anche offerto la sua piena disponibilità a collaborare con l’amministrazione per trovare, insieme, soluzioni possibili.