Europee: il Comune di Catania dice no agli scrutatori disoccupati

Pubblicato il 15 maggio 2014 · In Articoli, Comunicati stampa, In evidenza

La disoccupazione? Per il Comune di Catania forse non è una priorità.

La Commissione elettorale comunale, all’unanimità, ha scelto il criterio del sorteggio per nominare gli scrutatori di seggio per le europee, ma non ci sarà nessuna corsia preferenziale per chi non ha lavoro.

Il M5s aveva proposto di scegliere gli scrutatori tra i disoccupati, in linea con quanto deciso da molti comuni italiani. La nostra richiesta, regolarmente protocollata il 10 aprile, è stata ignorata e non abbiamo ricevuto alcuna risposta ufficiale.

Il sindaco Enzo Bianco dice che il sorteggio è una scelta di trasparenza, che riavvicina i cittadini alle istituzioni. Avremmo preferito una scelta di trasparenza che avesse riavvicinato in un modo più reale le istituzioni ai cittadini, privilegiando chi si trova in condizioni di maggiore disagio. In questo momento di pesante crisi economica che la nostra città sta attraversando, sarebbe stato un segnale, anche se piccolo, di solidarietà verso le fasce sociali svantaggiate che, oltre a spettacoli e concerti, hanno bisogno di aiuti concreti.