Come si vota a Catania

Pubblicato il 7 giugno 2013 · In Articoli, In evidenza

Domenica 9 giugno, dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e lunedì 10 giugno, dalle ore 7.00 alle ore 15.00, i siciliani sono chiamati ad esprimere un voto fondamentale per la composizione delle amministrazioni di 4 capoluoghi siciliani (Catania, Messina, Ragusa e Siracusa) e di altri 138 comuni.

Per questo motivo di seguito -e allo scopo di evitare l’invalidamento della scheda- riportiamo utili informazioni su come procedere.

Come si vota

Ciascun elettore può esprimere la preferenza per un candidato sindaco e sino ad un massimo di due voti di preferenza per candidati (al consiglio comunale o al consiglio circoscrizionale) della lista prescelta.

Voto di genere

Nel caso di espressione di due preferenze per il consiglio comunale e per il consiglio circoscrizionale, una deve riguardare un candidato di genere maschile e l’altra un candidato di genere femminile della stessa lista, pena la nullità della seconda preferenza. L’espressione delle due preferenze è, dunque, sottoposta a due prescrizioni: i candidati votati al consiglio comunale o circoscrizionale devono appartenere alla stessa lista; i candidati al consiglio comunale o circoscrizionale votati devono appartenere ad un genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Schede

Ciascun elettore riceverà due schede: una di colore azzurra, per la scelta del Sindaco e del Consiglio Comunale; e l’altra di colore rosa per la scelta del Presidente e del Consiglio circoscrizionale.

Candidato sindaco

Ad ogni candidato sindaco è collegato un gruppo, o più gruppi, di candidati al consiglio comunale. Si può votare in tre modi:

  1. tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando così la propria preferenza alla lista contrassegnata e, contemporaneamente, al candidato Sindaco sostenuto da questa lista;
  2. tracciando un segno solo sul nome del Sindaco e così si vota solo per il candidato Sindaco e non per la lista (o le liste) collegate allo stesso;
  3. tracciando un segno sul simbolo di una lista e indicando una preferenza per uno dei candidati a consigliere comunale (della medesima lista) e contemporaneamente, votando un candidato Sindaco che non è collegato alla lista votata. Voto disgiunto.

L’elettore dovrà presentarsi al seggio un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.

Vi chiediamo massima diffusione di queste informazioni per un voto corretto e cosciente. Grazie per la collaborazione!

P.s. Per qualsiasi ulteriore richiesta scrivete a info@catania5stelle.it