Puntava al Consiglio, ma è finito in cella

Pubblicato il 30 aprile 2013 · In In evidenza

La candidata sindaco del M5s, Lidia Adorno, dichiara: “Il MoVimento presenterà candidati con la fedina penale pulita”.

Atto di eccezionale gravità, arrestato ieri mattina Giovanni Castelli in procinto di candidarsi con una lista civica. L’accusa sarebbe di aver favorito il latitante Magrì, reggente del clan Santapaola, ammanettato il primo marzo in Romania.

I Carabinieri prima di tradurre il Castelli presso la casa circondariale hanno proceduto alla perquisizione della sua segreteria politica, sita in Via Umberto I a Catania.

Pronta la risposta del sindaco Raffaele Stancanelli: “il soggetto in questione non è ancora candidato.

Magari Castelli ci sperava visto che nella vetrina della sua segreteria politica spicca(va) la scritta “Stancanelli sindaco” (come evidenziato dall’immagine pubblicata).