Come si vota per il Parlamento

Pubblicato il 16 febbraio 2013 · In In evidenza

di Benedetto Amata

Domenica 24 febbraio, dalle ore 8 alle ore 22, e lunedì 25 febbraio, dalle ore 7 alle ore 15, gli italiani saranno chiamati ad esprimere un voto fondamentale per la costituzione del nuovo Parlamento. Tuttavia, dalle domande che ci vengono rivolte ai banchetti o su internet, abbiamo realizzato che c’è ancora confusione sulle modalità con le quali esprimere lo stesso voto.

Per questo motivo di seguito -e allo scopo di evitare l’invalidamento della scheda- riportiamo utili informazioni su come procedere.

Come si vota

Si traccia solo un segno sul rettangolo che contiene il contrassegno della lista prescelta, senza indicazione di alcun nominativo, pena l’annullamento del voto espresso.

Scheda rosa – Camera: con questa scheda si vota per la Camera dei Deputati. Possono votare i cittadini che abbiano compiuto 18 anni.

Scheda gialla – Senato: con questa scheda si vota per il Senato della Repubblica. Possono votare i cittadini che abbiano compiuto 25 anni.

No preferenze

Non è possibile esprimere un voto di preferenza, ossia indicare il candidato parlamentare che si vorrebbe scegliere, pena l’annullamento del voto espresso. Infatti, la lista dei candidati è bloccata: i nomi sono presentati e depositati seguendo un ordine prestabilito, che non è presente sulla scheda elettorale.

Cosa portare

L’elettore dovrà presentarsi al seggio un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.

Vi chiediamo massima diffusione di queste informazioni per un voto corretto e cosciente. Grazie per la collaborazione!

P.s. Per qualsiasi ulteriore richiesta scrivete a info@catania5stelle.it